Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Vendita con riserva della proprietà


Come già detto, ai fini della determinazione del reddito d’impresa non si tiene conto della clausola di vendita con riserva di proprietà nota1; di conseguenza il corrispettivo della vendita va imputato al conto economico sin dal momento di conclusione del contratto, ancorché il trasferimento della proprietà sia successivo (art. 109, comma 2, lett. a), D.P.R. n. 917/1986).

Note

nota1

Nella vendita a rate con riserva della proprietà non sono tassabili come reddito di capitale gli interessi sul prezzo rateizzato percepiti dal venditore che ha consegnato il bene. Infatti, avendo natura compensativa, concorrono a formare il reddito d’impresa del venditore (Cass. 20 gennaio 1981, n. 469).
top1

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Vendita con riserva della proprietà"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto