Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Compatibilità della previsione di termine di adempimento e clausola penale. (Cass. Civ., Sez. II, n. 20481 del 6 ottobre 2011)

La pattuizione di una clausola penale è compatibile con la previsione di un termine non essenziale, in conseguenza della diversa funzione e operatività nel rapporto contrattuale. Mentre il termine di adempimento riguarda il momento in cui l’obbligazione deve essere adempiuta, la clausola penale si configura invece solo come un mezzo rafforzativo del vincolo contrattuale sul diverso e successivo piano degli effetti dell’eventuale inadempimento e concretizza una concordata liquidazione anticipata del danno consequenziale, indipendentemente dalla prova della sua concreta esistenza.

Commento

(di Daniele Minussi)
Non si può che concordare con l'orientamento espresso dalla Corte.
Il termine di adempimento scandisce il tempo (eventualmente massimo) entro il quale l'obbligazione deve essere eseguita a cura del debitore. La clausola penale forfetizza il risarcimento del danno nell'ipotesi di inadempimento.

Aggiungi un commento