Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Natura giuridica della costituzione in mora



La natura giuridica della costituzione in mora sembra essere quella di mero atto giuridico recettizio (Cass. Civ. Sez. Lavoro, 1618/82 ): non occorre cioè che vi sia una specifica volontà del creditore in ordine alla produzione degli effetti propri della mora nota1 . Tale efficacia si produce in funzione della previsione normativa (art. 1219 e 1221 cod.civ.). Da questa qualificazione giuridica discende l'inapplicabilità del rinvio ex art. 1324 cod.civ., norma che postula la natura negoziale dell'atto (Cass. Civ. Sez. Lavoro, 8711/93 ), alla disciplina generale in materia di contratto dettata dal codice civile. Rimane tuttavia aperta la possibilità di praticare un'applicazione analogica, caso per caso, di tale normativa, ciò che, ad esempio, è stato ritenuto ammissibile in tema di regole di interpretazione nota2 . Si è così ritenuto possibile fare ricorso al criterio di cui all'art. 1363 cod.civ. (Cass. Civ. Sez. Lavoro, 3380/83 ). Coerentemente non si può neppure ritenere indispensabile la forma scritta (che pure è prevista indispensabilmente dall'art. 1219 cod.civ. ai fini della costituzione in mora), per il conferimento della relativa procura, non risultando applicabile a tal fine l'art. 1392 cod.civ.. Al contrario, stante la predetta inoperatività del predetto rinvio recettizio alla normativa contrattuale, si è reputata inapplicabile la presunzione di conoscenza di cui all'art.1335 cod.civ. (Cass. Civ., Sez.III, 771/04).

Note

nota1

Bigliazzi Geri, Breccia, Busnelli, Natoli, I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale, vol.IV, Milano, 1975, p.249; Ravazzoni, voce Mora del debitore, in N.sso Dig.it., vol.X, 1964, p.907; Bianca, Dell'inadempimento delle obbligazioni, in Comm.cod.civ., a cura di Scialoja-Branca, Bologna-Roma, 1979, p.202.
top1

nota2

Carresi, Il contratto, in Trattato di dir.civ. e comm., dir. da Cicu-Messineo, Milano, 1987, p.119.
top2

Bibliografia

  • BIANCA, Dell’inadempimento delle obbligazioni, Bologna - Roma, Comm.cod.civ. a cura di Branca e Scialoja, 1979
  • BIGLIAZZI GERI BRECCIA BUSNELLI NATOLI, I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale, Milano, IV, 1975
  • CARRESI, Il contratto, Milano, Tratt. dir.civ. dir da Cicu-Messineo cont. Mengoni, 1987
  • RAVAZZONI, Mora del debitore, N.sso Dig. it., X, 1964

News collegate

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Natura giuridica della costituzione in mora
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Natura giuridica della costituzione in mora"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto