Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cassazione Civile Sez. II 3415/99: La vendita sottoposta alla condizione sospensiva del pagamento del prezzo configura un'ipotesi di vendita con riserva di proprietà.

La compravendita immobiliare sottoposta alla condizione sospensiva del pagamento del prezzo si inquadra nella figura della compravendita con riserva di proprietà, nella quale il trasferimento di tale diritto si realizza "ex nunc" con il pagamento dell'ultima rata del prezzo. La condizione in esame è una condizione di adempimento mediante la quale le parti sospendono gli effetti del negozio nell'eventualità che una di esse adempia o no tutti o alcuni degli obblighi assunti in contratto.

Commento

La questione si inscrive nel più generale problema della possibilità di dedurre sotto lo schema di funzionamento della condizione un evento attinente alla funzionalità del sinallagma. Il pagamento del prezzo infatti costituisce il risultato pratico della condotta adempiente del compratore. La pronunzia in esame, sciogliendo in senso positivo il problema, si spinge fino alla configurazione dello schema contrattuale che ne deriva (ogniqualvolta la condizione sia sospensiva) in chiave di vendita con patto di riservato dominio.

Aggiungi un commento