Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Rivalsa mediante addebito del tributo, e successiva a seguito di accertamento



Altra modalità di esercizio della rivalsa è l’addebito di tributi posti a carico di un soggetto che, tuttavia, sono destinati a gravare economicamente su altri soggetti. È il caso dell’IVA ove i soggetti passivi del tributo hanno il diritto e l’obbligo di addebitare mediante rivalsa l’imposta all’acquirente del bene o prestatore del servizio (art. 18, comma 1, D.P.R. n. 633/1972).

Come già detto, a differenza della rivalsa esercitata mediante ritenuta, nell’ambito dell’IVA l’obbligatorietà consiste nell’addebito del tributo al cessionario o committente mediante emissione della fattura. Ne consegue che l’obbligatorietà riguarda il rapporto d’imposta con il Fisco che si esaurisce con l’emissione della fattura, mentre non riguarda il concreto esercizio del diritto che rientra nell’ambito di un rapporto privatistico tra le parti contrattuali.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Rivalsa mediante addebito del tributo, e successiva a seguito di accertamento"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto