Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass.Civ., sez.I, n. 7755/2004. Rilevanza, ai fini dell'accertamento delle possibilità legali di edificazione, della data del decreto di espropriazione

A seguito della pronuncia della Corte costituzionale n. 442 del 1993, che ha, a sua volta, evidenziato come l'interpretazione letterale dell'articolo 5-bis della legge n. 359 del 1992 avrebbe determinato pronuncia d'incostituzionalità della norma, un'interpretazione sistematica della disposizione porta a ritenere che il momento rilevante, ai fini dell'accertamento delle possibilità legali ed effettive di edificazione va individuato alla data della pronuncia del decreto di espropriazione e non alla data di apposizione del vincolo preordinato all'espropriazione.

Commento

Viene ribadito l'orientamento in base al quale la valutazione del valore del bene espropriando debba essere effettuata nel tempo che precede l'apposizione del vincolo funzionale all'atto ablativo. Cfr. al riguardo Cass. S.U. 173/2001.

Aggiungi un commento