Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Assemblea condominiale: annullabilità ex art. 1137 cod.civ. della deliberazione il cui verbale ometta di individuare i votanti. (Appello di Lecce, sez. dist. Taranto, sent. n. 106 del 20 marzo 2017)

Ai fini della verifica della sussistenza delle maggioranze prescritte dall'art. 1136 cc, dal verbale devono sempre evincersi, sotto pena di annullabilità delle delibere assunte, i nominativi dei condomini assenzienti, di quelli dissenzienti e degli astenuti, nonché i valori delle rispettive quote millesimali. L'ordine del giorno dell'assemblea deve porre in grado il condominio di comprendere esattamente il tenore e l'importanza degli argomenti che saranno poi discussi.

Commento

(di Daniele Minussi)
Il processo di verbalizzazione dello svolgimento dell'adunanza assembleare non può non prevedere che, in riferimento alle singole deliberazioni assunte siano individuati non soltanto i votanti, ma anche il "peso" di ciascuno. Diversamente non soltanto non sarebbe controllabile l'esito del voto, ma non risulterebbe conseguentemente impraticabile alcuna impugnativa.

Aggiungi un commento