Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Ai fini della procedura di verificazione ex art. 216 c.p.c. è necessario produrre l’originale della scrittura. (Tribunale di Nuoro, 1 dicembre 2012)

In caso di disconoscimento dell'autenticità della sottoscrizione di una scrittura privata prodotta in copia fotostatica, la parte che l'abbia esibita in giudizio e intenda avvalersene deve produrre l'originale, necessario per la procedura di verificazione ex art. 216 c.p.c..

Commento

(di Daniele Minussi)
Non si può certo discutere sulla fondatezza della decisione in commento: appare infatti evidente come non possa essere sottoposta a verificazione una mera copia fotostatica di una scrittura il cui originale non sia attingibile.

Aggiungi un commento