Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Disciplina del contratto di commissione




Il contratto di commissione è scarnamente regolato dagli artt. 1731, 1732 , 1733 , 1734 , 17351736 cod.civ..

Elementi salienti della disciplina prevista dalla legge sono la misura del compenso del commissionario (art.1733 cod.civ.), con speciale riferimento all'eventuale garanzia che egli è tenuto a fornire al committente in relazione all'adempimento del contraente (c.d. star del credere: cfr.art. 1736 cod.civ.). La possibilità di concedere dilazioni di pagamento o sconti alla clientela viene assunta in considerazione dall'art. 1732 cod.civ..

Notevole interesse, anche sotto il profilo teorico-costruttivo suscita il modo di disporre dell'art. 1735 cod.civ., in relazione alla possibilità che il commissionario venga ad assumere la qualità di contraente acquistando o fornendo i beni rispettivamente di proprietà del committente o destinati a quest'ultimo.

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Disciplina del contratto di commissione
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Disciplina del contratto di commissione"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto