Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Quorum assembleari variabili predeterminati dallo statuto


Massima

(1) Sono ammissibili le clausole statutarie di società di capitali che prevedano la variazione automatica dei quorum, costitutivo e/o deliberativo, in funzione di determinati parametri o eventi oggettivamente verificabili, purché nel rispetto di disposizioni normative inderogabili applicabili rispettivamente alla società per azioni e alla società a responsabilità limitata.

(2) Sono dunque legittime, ad esempio, clausole statutarie che prevedano la variabilità dei quorum in relazione:
1) a specifiche date prefissate dallo statuto;
2) al raggiungimento di una soglia di partecipazione da parte di uno o più soci o gruppi di soci.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Quorum assembleari variabili predeterminati dallo statuto"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto