Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Agevolazioni fiscali per le reti di imprese (Circolare 15/E, Provvedimento Prot. n. 2011/54949, Provvedimento Prot. n. 2011/31139)

Il Ministero interviene in tema di agevolazioni fiscali per le imprese che stipulano un contratto di rete per il cui tramite più imprenditori possono perseguire lo scopo di accrescere la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato (articolo 42, comma 2-quater, dl n. 78/2010).
A tal proposito l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato
*la Circolare n. 15/E (14 aprile 2011)
*il Provvedimento Prot. 2011/54949 (14 aprile 2011): Trasmissione dei dati relativi all’asseverazione del programma comune di rete di cui all’articolo 42, comma 2-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122
*il Provvedimento Prot. 2011/34839 (14 aprile 2011): Comunicazione del possesso dei requisiti per il rilascio dell’asseverazione del programma di rete da parte degli organismi espressi dalle Confederazioni di rappresentanza datoriale rappresentative a livello nazionale presenti nel Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro
*il Provvedimento Prot. 2011/31139 (14 aprile 2011): Approvazione della comunicazione contenente i dati per la fruizione dei vantaggi fiscali per le imprese appartenenti ad una delle reti d’impresa di cui all’articolo 42 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122 (mod. RETI)

Commento

(di Daniele Minussi)
Le circolari in questione disciplinano gli aspetti procedurali volti alla consecuzione delle agevolazioni fiscali per le imprese che stipulano il contratto di rete. La stessa consiste nell'applicazione di un regime di sospensione di imposta sugli utili d’esercizio accantonati ad apposita riserva e destinati al fondo patrimoniale per la realizzazione degli investimenti previsti dal programma di rete, debitamente e preventivamente asseverato da parte degli organismi abilitati.

Aggiungi un commento