Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Prescrizione in materia di società




L'art. 2949 cod. civ. prevede che vadano prescritti nel termine (più breve di quello ordinario) di anni cinque i diritti che discendono dai rapporti sociali a condizione che la società sia iscritta nel registro delle imprese. Analogamente si dispone per la possibilità di proporre l'azione di responsabilità spettante ai creditori sociali nei confronti degli amministratori.

Che cosa si intende per "diritti che derivano dai rapporti sociali"? Si tratta di quelle situazioni soggettive che intercorrono tra i soggetti che fanno parte della compagine sociale in dipendenza delle situazioni che discendono dallo svolgimento della vita della società (Cass. Civ. Sez. I, 1475/82 ). Presupposto ai fini dell'applicazione della regola in esame è, come palesato dal tenore tesuale della norma, l'iscrizione della società presso il registro delle imprese. Ne segue l'inapplicabilità del termine breve sia nell'ipotesi di società irregolare, sia nel caso in cui la società sia stata cancellata dal detto registro (cfr. Cass. Civ. Sez. I, 5113/03 ).

News collegate

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Prescrizione in materia di società
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Prescrizione in materia di società"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto