Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Codice Civile art. 466


RIABILITAZIONE DELL'INDEGNO

1. Chi è incorso nell' indegnità è ammesso a succedere quando la persona, della cui successione si tratta, ve lo ha espressamente abilitato con atto pubblico o con testamento.
2. Tuttavia l' indegno non espressamente abilitato, se è stato contemplato nel testamento quando il testatore conosceva la causa dell' indegnità, è ammesso a succedere nei limiti della disposizione testamentaria.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Codice Civile art. 466"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto