Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Codice Civile art. 1113


INTERVENTO NELLA DIVISIONE E OPPOSIZIONE
1. I creditori e gli aventi causa da un partecipante possono intervenire nella divisione a proprie spese, ma non possono impugnare la divisione già eseguita, a meno che abbiano notificato un' opposizione anteriormente alla divisione stessa e salvo sempre ad essi l' esperimento dell' azione revocatoria o dell' azione surrogatoria.
2. Nella divisione che ha per oggetto beni immobili, l' opposizione, per l' effetto indicato dal comma precedente, deve essere trascritta prima della trascrizione dell' atto di divisione e, se si tratta di divisione giudiziale, prima della trascrizione della relativa domanda.
3. Devono essere chiamati a intervenire, perché la divisione abbia effetto nei loro confronti, i creditori iscritti e coloro che hanno acquistato diritti sull' immobile in virtù di atti soggetti a trascrizione e trascritti prima della trascrizione dell' atto di divisione o della trascrizione della domanda di divisione giudiziale.
4. Nessuna ragione di prelevamento in natura per crediti nascenti dalla comunione può opporsi contro le persone indicate dal comma precedente, eccetto le ragioni di prelevamento nascenti da titolo anteriore alla comunione medesima, ovvero da collazione.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Codice Civile art. 1113"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto