Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Annullamento del testamento a causa di incapacità naturale. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 12691 del 19 maggio 2017)

In tema di annullamento del testamento per incapacità naturale del testatore è indispensabile l'accertamento di un'assenza assoluta, al momento della redazione dell'atto di ultima volontà, della coscienza dei propri atti o della capacità di autodeterminarsi a causa di un'infermità transitoria o permanente.

Commento

(di Daniele Minussi)
La grave conseguenza dell'annullamento dell'atto di ultima volontà, come tale non più replicabile, è limitata all'ipotesi in cui il testatore si trovasse in una condizione di assoluto difetto di capacità di intendere o volere.

Aggiungi un commento