Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Decreto Presidente Repubblica del 2000 numero 396 art. 75


Chi ha notizia che un cadavere e' stato inumato o tumulato
senza l'autorizzazione dell'ufficiale dello stato civile, o e' stato
cremato senza l'autorizzazione del sindaco, ne deve riferire
immediatamente al procuratore della Repubblica; questi, a sua volta,
da' immediata comunicazione del fatto all'ufficiale dello stato
civile se non e' stato costui a riferirgliene. Se l'atto di morte non
e' stato gia' formato, l'ufficiale dello stato civile lo redige
esclusivamente in conformita' agli elementi contenuti nel decreto del
tribunale dato con il procedimento di rettificazione, su istanza di
persona interessata o del procuratore della Repubblica. Il decreto
deve essere menzionato nell'atto e inserito negli archivi di cui
all'articolo 10.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Decreto Presidente Repubblica del 2000 numero 396 art. 75"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto