Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Vendita beni del patrimonio d'impresa, IVA e momento impositivo


Se la vendita obbligatoria è conclusa tra soggetti IVA, l’operazione sarà assoggettata alla disciplina IVA applicabile alla vendita di beni mobili o immobili (momento impositivo, determinazione base imponibile, aliquota IVA, detrazione, obbligo di fatturazione e registrazione, ecc.).

Momento impositivo

Secondo il principio civilistico (cd. consensualistico), il contratto di compravendita si perfeziona, di norma, per effetto del consenso legittimamente manifestato dalle parti.

Tuttavia per le vendite con effetti obbligatori, il momento impositivo è differito al momento in cui si verifica l’effetto traslativo (e, comunque, per i beni mobili dopo un anno dalla consegna o spedizione), ad eccezione della vendita con riserva della proprietà e della locazione con clausola di trasferimento della proprietà vincolante per entrambe le parti.

In tutti i casi esposti, a differenza delle imposte dirette, l’operazione si considera effettuata se anteriormente alla vendita il venditore emette fattura o l’acquirente paga il corrispettivo, in tutto o in parte (art. 6, comma 4, D.P.R. n. 633/1972).

Vendita con riserva di proprietà

La vendita con riserva della proprietà (o riservato dominio), civilisticamente considerata una vendita obbligatoria nella quale il trasferimento della proprietà si verifica successivamente alla conclusione del contratto (e cioè all’atto dell’integrale pagamento del prezzo), ai fini IVA è assimilata ai contratti di vendita immediatamente traslativi (ad effetti reali) (art. 6, comma 1, D.P.R. n. 633/1972).

Di conseguenza, anche la vendita con riserva della proprietà costituisce cessione imponibile al momento della sua effettuazione, vale a dire nel momento e per effetto della stipulazione se riguarda immobili e nel momento della consegna o spedizione se riguarda beni mobili.

A seguito della vendita sorge, quindi, l’obbligo della fatturazione e dei conseguenti adempimenti.

Vedi anche

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Vendita beni del patrimonio d'impresa, IVA e momento impositivo"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto