Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 2019 numero 15112 (03/06/2019)




La fattispecie di cui all'art. 2744 c.c. presuppone che le parti (creditore mutuante e debitore mutuatario) abbiano stipulato due contratti (vale a dire il mutuo ed il contratto traslativo del diritto sul bene che lo attribuisce al creditore mutuante in caso di mancata restituzione, nel termine stabilito, della somma data in prestito), interdipendenti tra loro, allo scopo di garanzia del creditore e purché il debitore sia costretto al trasferimento quale surrogato dell'adempimento dell'obbligazione restitutoria.
In particolare viola il divieto di patto commissorio l’insieme di contratti collegati stipulati solo a scopo di garanzia. La nullità, infatti, può essere dichiarata anche in caso di effettivo trasferimento del bene quando l’intera operazione appare fraudolenta.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 2019 numero 15112 (03/06/2019)"

Iscriviti alla Newsletter di WikiJus!

Iscriviti