Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cassazione Civile 15326/2001: Art. 4 legge 18/75 e sua incompatibilità con l'atto pubblico

E' incompatibile con la natura e con la struttura dell'atto pubblico la disposizione di cui all'art.4 della legge n. 18 del 1975 in tema di assistenza a persona non vedente nella partecipazione ad atti documentali, potendo riguardare l'intervento e la firma dei due ausiliari del cieco (previsti dal secondo comma della norma in parola) la sola scrittura privata; pertanto, la validità dell'atto pubblico va valutata con riferimento all'art. 51, n. 10, della legge notarile, il quale stabilisce che il requisito formale (previsto a pena di nullità) della sottoscrizione della parte può venir meno solo nel caso di impossibilità (e non, come nella specie, di difficoltà) a sottoscrivere.

Commento

Viene ribadito l'orientamento giurisprudenziale già posto da Cass. Civ. Sez. III, 12437/1997 e da Cass. Civ. Sez. II, 4344/2000

Aggiungi un commento