Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Legge del 1865 numero 2359 art. 56


Esistendo vincoli reali sul fondo espropriato od opposizioni al
pagamento, o non essendosi le parti accordate sul modo di distribuire
le indennità, deve provvedersi, sull'istanza della parte più
diligente, dal Tribunale competente a termine delle leggi civili.
Quando per altro le indennità non eccedono la somma di 1000 lire
(Importo così aumentato dall'art. 36 r.d. 8 febbraio 1923, n.
422. Vedi, ora, la l. 3 aprile 1926, n. 686), potranno essere pagate al proprietario, salvi i diritti dei
terzi, nei modi che saranno prescritti dal regolamento di che
all'art. 5 della presente legge ( Articolo così sostituito dalla l. 18 dicembre 1879, n. 5188. Il regolamento non è mai stato emanato).
(Articolo così abrogato dall'art. 58 dpr 327/2001).

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Legge del 1865 numero 2359 art. 56"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto