Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

La cessione del contratto (aspetto soggettivo)



La struttura soggettiva propria della cessione del contratto viene generalmente ritenuta plurilaterale nota1.

Non è sufficiente (come invece accade per la cessione del credito: art. 1260 cod.civ.) il mero accordo tra cedente e cessionario perché si tratta di trasmettere l'intera posizione contrattuale, comprensiva del lato attivo sia di quello passivo. Occorre pertanto indispensabilmente coinvolgere il contraente ceduto, senza il cui consenso la fattispecie non si perfezionanota2.

L'art. 1406 cod.civ. è in questo senso preciso: "purchè l'altra parte vi consenta" è una locuzione che indica specificamente un coinvolgimento del contraente ceduto che non può essere ridotto ad una mera presa d'atto.

Chiarita l'essenziale  natura trilatere della cessione del contratto, occorre riferire che non si tratta di un accordo connotato dalla comunanza di scopo dei contraenti nota3.

Non potrebbe pertanto esser fatta applicazione delle norme che il codice civile prevede in materia (artt. 1420 , 1446 , 1459 , 1456 cod.civ.).

Il vizio di uno dei rapporti  non può che importare la caducazione dell'intera cessione , la cui efficienza richiede la validità e l'efficacia di ciascuno dei rapporti coinvolti nella figura.

Note

nota1

nota1 Carresi, La cessione del contratto, Milano, 1950, p.61, Andreoli, La cessione del contratto, Padova, 1951, p.65 e Mirabelli, Dei contratti in generale, in Comm.cod.civ., Torino, 1967, p.329. Parte minoritaria della dottrina (Alpa-Fusaro, voce Cessione del contratto, in Dig. Discipline priv., 1988, p.345) ritiene che si possa invece individuare una cessione perfezionata con la semplice intesa tra cedente e cessionario, costituendo il consenso del terzo ceduto un semplice presupposto per la produzione di taluni effetti: in tal modo si individuerebbe in questa figura la sommatoria di una cessione del credito e di un accollo di debito.
top1

nota2

nota2

Messineo, Il contratto in genere, t.1, in Tratt. di dir.civ. e comm., dir. da Cicu-Messineo, Milano, 1973, p.641.
top2

nota3

nota3

Maiorca, voce Contratti plurilaterali, in Enc.giur.Treccani, p.6.
top3

 

Bibliografia

  • ALPA-FUSARO, Cessione del contratto, Dig. disc. priv., 1988
  • ANDREOLI, La cessione del contratto, Padova, 1951
  • CARRESI, La cessione del contratto, Milano, 1950
  • MESSINEO, Il contratto in genere, Milano, Tratt.dir.civ. dir. Cicu-Messineo , e continuato da Mengoni, vol. XV, 1972
  • MIRABELLI, Dei contratti in generale, Torino, 1967

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

La cessione del contratto (aspetto soggettivo)
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "La cessione del contratto (aspetto soggettivo)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto