Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Comunicazione dei testamenti agli uffici giudiziari, agli eredi, ai legatari



Ai sensi dell'art.622 cod.civ. il notaio deve trasmettere alla cancelleria del tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la successione copia in carta libera del verbale di pubblicazione del testamento olografo, di quello segreto previsti dagli artt. 620 e 621 cod.civ. ovvero dell'atto con il quale viene sottoposto a registrazione il testamento pubblico.

A tal fine l'art. 55 disp. att. cod.civ. prescrive che le copie dei verbali e dei testamenti che sono trasmesse alla cancelleria del tribunale a mente del predetto art. 622 cod. civ. , devono, a cura del cancelliere, essere raccolte in appositi volumi e annotate in una rubrica alfabetica generale. Le copie possono essere esaminate da chiunque ne faccia richiesta nota1 .

Non si tratta dell'unico onere di comunicazione che incombe al pubblico ufficiale: infatti l'art. 623 cod.civ. prevede che il notaio che ha ricevuto un testamento pubblico, appena gli è nota la morte del testatore o, nel caso di testamento olografo o segreto, in esito alla pubblicazione, deve comunicare l'esistenza del testamento agli eredi e legatari di cui conosce il domicilio o la residenza.

La violazione dei precetti delle riferite norme non è sanzionata in modo diretto, ma si deve reputare che dall'omissione della comunicazione o dall'intempestività della stessa possa scaturire da parte degli interessati una richiesta di risarcimento danni nota2.

Note

nota1

Si tratta di una disposizione diretta a dare pubblicità al testamento, rendendo così più agevole la ricerca per le persone interessate: Giannattasio, Delle successioni. Successioni testamentarie, in Comm.cod.civ., Libro II, t.2, Torino, 1978, p.163.
top1

nota2

Caramazza, Delle successioni testamentarie, in Comm. teorico-pratico al cod.civ., dir. da De Martino, Novara-Roma, 1982, p.207.
top2

Bibliografia

  • CARAMAZZA, Delle successioni testamentarie, artt. 587-712, Roma, Comm. teor-prat. del c.c, dir. da De Martino, 1973

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Comunicazione dei testamenti agli uffici giudiziari, agli eredi, ai legatari
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Comunicazione dei testamenti agli uffici giudiziari, agli eredi, ai legatari"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto