Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Q.A.10 - Legittimità della detenzione da parte di soci non prof. di azioni prive del diritto di voto che superino il terzo del capitale sociale


Massima

1° pubbl. 9/13 - motivato 9/13

La legge n. 183/2011 prevede che la partecipazione al capitale sociale dei professionisti debba essere tale da determinare la maggioranza dei due terzi nelle deliberazioni o decisioni dei soci, non anche che questi debbano detenere la maggioranza dei due terzi del capitale sociale prescindendo dai diritti di voto.
Si reputa pertanto legittimo che i soci non professionisti detengano azioni prive del diritto di voto anche in misura superiore al terzo del capitale sociale.
E’ anche possibile che i soci non professionisti detengano la maggioranza assoluta del capitale sociale ove la minoranza detenuta dai soci professionisti sia superiore ai due terzi delle azioni aventi diritto al voto.

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Q.A.10 - Legittimità della detenzione da parte di soci non prof. di azioni prive del diritto di voto che superino il terzo del capitale sociale
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Q.A.10 - Legittimità della detenzione da parte di soci non prof. di azioni prive del diritto di voto che superino il terzo del capitale sociale"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto