Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Milano del 2001 (19/01/2001)


La clausola statutaria che preveda l'adozione del voto di lista per la determinazione del "numero dei membri del consiglio di amministrazione" deve ritenersi applicabile al solo caso di nomina di più componenti del c.d.a., i quali espressione tanto della maggioranza quanto della minoranza; l'operatività della clausola non può invece estendersi al caso in cui debba nominarsi un solo consigliere, fatto salvo comunque il diritto (derivante dall'art. 2383 c.c.) della minoranza di proporre un proprio candidato da sottoporre all'esame dell'assemblea. Di conseguenza, deve essere revocata la sospensione della delibera che abbia nominato un solo consigliere mediante il principio maggioritario e non mediante voto di lista.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Milano del 2001 (19/01/2001)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto