Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Distanze per fossi e canali




Colui che intende scavare fossi o canali in prossimità del confine, qualora non sussistano diverse disposizioni regolamentari locali, deve osservare dal confine una distanza pari alla profondità del fosso o del canale , computata dal confine medesimo al ciglio della sponda più vicina e se il confine si trova in un fosso comune o in una via privata, da ciglio a ciglio o dal ciglio del fosso al lembo della via.

La sponda del fosso dev'essere a scarpata naturale o munita di opere di sostegno (art. 891 cod.civ.).

Non rientrano nella nozione di fosse o di canale quelle escavazioni che non vengano effettuate allo scopo di trattenere acqua o altri liquidi, come nell'ipotesi di scavo finalizzato alla costruzione di una rampa di accesso ad un box interrato (Cass. Civ. Sez. II, 5687/93 ).

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Distanze per fossi e canali
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Distanze per fossi e canali"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto