Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Decadenze nelle condizioni generali di contratto



La clausola volta ad introdurre una decadenza convenzionale non incontra soltanto il limite di cui all'art. 2965 cod.civ., norma in forza della quale l'istituzione della decadenza non deve rendere eccessivamente difficile ad una delle parti l'esercizio del proprio diritto. Ogniqualvolta venga introdotta in un contratto una clausola decadenziale nota1 riferibile a condizioni generali predisposte da uno soltanto dei contraenti, essa viene ad assumere le caratteristiche della vessatorietà ai sensi dell'art. 1341 cod.civ.. Ne segue l'indispensabilità della specifica approvazione per iscritto da parte del contraente non predisponente, ai sensi del II comma della norma citata nota2 .

In giurisprudenza si è ritenuto (anche se il tenore testuale della legge non sembrerebbe ammettere equipollenti rispetto al formalismo riferito) che, in materia di concorsi a pronostici di larga diffusione, la clausola del regolamento generale che prevede un termine decadenziale ai fini della proposizione del reclamo è vincolante per il giocatore, pure in difetto di sottoscrizione separata, stante la rilevante diffusione pubblicitaria delle condizioni di cui al regolamento (Cass. Civ. Sez. III, 7763/91 ).

Diverso dalla decadenza convenzionale è il meccanismo di subordinazione degli effetti che si produce in esito all'introduzione nel contratto di una clausola che conferisca valore ad un presupposto volontario di efficacia (Cass. Civ. Sez. I, 187/91 ).

Note

nota1

Secondo Bianca, voce Condizioni generali di contratto, in Enc.giur.Treccani, vol. VII, 1988, p. 6, sono clausole decadenziali quelle che fanno dipendere l'acquisto o la conservazione di un diritto dal soddisfacimento di particolari oneri, ovvero quelle che rendono più gravosi gli oneri previsti dalla legge.
top1

nota2

Magazzù, voce Decadenza, in N.sso Dig.it., vol.V, 1960, p.239 e Tedeschi, voce Decadenza, in Enc.dir., vol.XI, 1962, p.773.
top2

Bibliografia

  • BIANCA, voce Condizioni generali di contratto (dir. civ.), Enc. Giur.Treccani
  • MAGAZZU', Decadenza, N.sso Dig.it., V, 1960
  • TEDESCHI, Decadenza, Enc.dir., XI, 1962

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Decadenze nelle condizioni generali di contratto
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Decadenze nelle condizioni generali di contratto"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto