Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1995 numero 4643 (27/04/1995)


Nei contratti conclusi mediante moduli o formulari predisposti da una delle parti, al fine di stabilire se una clausola ad essi aggiunta abbia o meno portata derogativa di una delle condizioni generali, resta irrilevante che la stessa debba trovare comunque richiamo in una delle predette condizioni occorrendo invece accertare l' intento dei contraenti mediante un esame globale della convenzione per riscontrare se il patto aggiunto sia in contrasto con quanto predisposto o adempia ad una funzione integratrice o specificatrice (principio ribadito, nella specie, con riferimento ad una clausola di rinunzia da parte del fideiussore ad avvalersi dell' estinzione della fideiussione ai sensi dell' art. 1955 cod. civ., non contenuta nel corpo del contratto ma inserita quale appendice e specificamente approvata ai sensi dell' art. 1341 cod. civ.).

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1995 numero 4643 (27/04/1995)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto