Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1984 numero 4737 (30/08/1984)


In tema di danni prodotti dalla circolazione di veicoli, la prova a carico del conducente di avere fatto tutto il possibile per evitare il danno, quale condotta esimente da responsabilità ai sensi dell'art. 2054 c.c., comprende anche quella di avere fatto ricorso, sussistendone le condizioni, a manovre di fortuna, che si presentino le più opportune ed efficaci nel caso concreto, e di averle attuate con perizia e diligenza, e dell'esito negativo di tali manovre, stante l'incertezza e l'aleatorietà dell'esito medesimo, il conducente non può essere ritenuto responsabile.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1984 numero 4737 (30/08/1984)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto