Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 1977 numero 145 (12/01/1977)


Nel procedimento di formazione dei contratti di compravendita di merci caratterizzati dalla clausola 'salvo approvazione” o "salvo conferma della casa venditrice", l' agente per conto del venditore è sfornito di poteri di rappresentanza, di modo che la commissione vale come proposta contrattuale, che si considera presentata dallo acquirente con la relativa sottoscrizione è trasmessa dallo stesso agente al venditore. Di conseguenza, il contratto si considera concluso nel luogo in cui il proponente (acquirente) riceve notizia dell' accettazione del venditore, e ciò in forza del meccanismo previsto dall' art. 1326 cod. civ., ed è nello stesso luogo che si radica il forum contractus, ai sensi dell' art. 20 cod. proc. civ..

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 1977 numero 145 (12/01/1977)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto