Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1975 numero 156 (15/01/1975)


Sia nell' interposizione reale di persona sia nel negozio fiduciario può aversi, nel rapporto interno, un accordo di natura obbligatoria, in virtù del quale l' interposto o il fiduciario, divenuti titolari di un diritto, sono tenuti a ritrasferirlo all' interponente, al fiduciante o ad un terzo. Se tale impegno non difetta dei requisiti formali e sostanziali, voluti dalla legge in ordine alla natura del diritto da trasferire, nulla impedisce che anche ad esso sia applicabile la norma relativa alla esecuzione specifica dell' obbligo di concludere un contratto (art. 2932 cod. civ.).

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1975 numero 156 (15/01/1975)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto