Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Como del 1999 (02/03/1999)


Il controllo omologatorio sugli atti societari è volto a verificare la conformità dell'atto sottoposto all'esame del tribunale allo schema organizzativo tipico previsto dalla legge.In sede di controllo omologatorio sono rilevabili esclusivamente i vizi ricavabili dall'atto e dai suoi allegati, essendo preclusa ogni indagine che attenga ad atti o negozi ad esso estranei. Pertanto, nel caso di deliberazione di aumento di capitale con conferimento di beni in natura, oggetto di esame da parte del tribunale è esclusivamente la relazione di stima prevista all'art. 2440 c.c., essendo quest'ultima l'unico atto esterno che incide sulla validità della deliberazione in forza di un'espressa previsione normativa.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Como del 1999 (02/03/1999)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto