Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Regio Decreto del 1923 numero 2440 art. 37


[Le entrate dello Stato sono ripartite:
in titoli, secondo che siano tributarie, extratributarie o provengano dall'alienazione e dallo ammortamento di beni patrimoniali e dal rimborso di crediti;
in categorie, secondo la loro natura;
in rubriche, secondo l'organo al quale ne è affidato l'accertamento;
in capitoli, secondo il rispettivo oggetto.
Le spese dello Stato sono ripartite:
in titoli, secondo che siano di pertinenza della parte corrente (o di funzionamento e mantenimento) ovvero della parte in conto capitale (o di investimento). La parte in conto capitale comprende le partite che attengono agli investimenti diretti ed indiretti, nonché ad operazioni per concessione di crediti. La parte corrente comprende le altre spese e l'onere degli ammortamenti;
in sezioni, secondo l'analisi funzionale;
in rubriche, secondo l'organo che amministra la spesa od ai cui servizi si riferiscono gli oneri relativi;
in categorie, secondo l'analisi economica;
in capitoli, secondo il rispettivo oggetto.
Nel bilancio di previsione, nel quadro generale riassuntivo e nel rendiconto generale trovano esposizione distinta dalle precedenti entrate e spese quelle connesse alle operazioni di accensione e rimborso di prestiti.
Nel quadro generale riassuntivo è data distinta indicazione:
1) del risultato differenziale tra il totale delle entrate tributarie ed extra tributarie ed il totale delle spese correnti (o di funzionamento e mantenimento);
2) del risultato differenziale tra il totale complessivo delle entrate e delle spese di qualsiasi natura, comprese quelle connesse ad operazioni di accensione e di rimborso di prestiti] (L'articolo, già sostituito dall'art. 1, R.D.L. 10 maggio 1925, n. 596, convertito in legge dalla L. 18 marzo 1926, n. 562, è stato da ultimo così sostituito dall'art. 1, L 1° marzo 1964, n. 62.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Regio Decreto del 1923 numero 2440 art. 37"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto