Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

La successione dello stato: l'oggetto



Quale vero e proprio erede ex lege (art.586 cod.civ. ), lo Stato subentra all'ereditando in tutte le situazioni soggettive attive suscettibili di essere trasmesse mortis causa.

Dunque ricadrà nell'eredità ogni cespite mobiliare ed immobiliare, compreso il diritto di privativa industriale, il diritto patrimoniale d'autore, l'eventuale diritto di accettare l'eredità che si devolva jure trasmissionis quale componente del patrimonio dell'ereditando ex art.479 cod.civ.. In questa ipotesi varranno comunque le regole ordinarie. Anzitutto occorrerà che, al fine di acquisirla, lo Stato esprima l'intento di accettare l'eredità (sia pure con beneficio di inventario), ben potendo anche farvi rinunzia espressa nota1.

Ancora faranno parte del compendio ereditario devoluto allo Stato le eventuali indennità assicurative che si rinvenissero nel patrimonio del de cuius per averle costui maturate jure proprio ovvero per averle ereditate dall'avente diritto nota2. Al contrario sono esclusi da ogni fenomeno successorio (dunque anche da quello che ha luogo in favore dello Stato) gli acquisti che sono legati alla morte dell'ereditando, verificandosi tuttavia jure proprio in favore dunque di soggetti che non possono essere qualificati come eredi in relazione a tale acquisizione. Si pensi all'assicurazione sulla vita stipulata a beneficio di un soggetto determinato: il diritto scaturisce dal contratto e non fa parte dell'eredità.

Note

nota1

E' tuttavia il caso di segnalare come, in esito alla rinunzia, potrebbe manifestarsi, relativamente all'eredità trasmessa, il difetto di ulteriori successibili, con il che si replicherebbe ancora una volta il meccanismo acquisitivo di cui all'art.586 cod.civ. (Mengoni, Successione legittima, in Tratt.dir.civ.comm., diretto da Cicu-Messineo, Milano, 2000, p.215).
top1

nota

nota2

Mengoni, op.cit., pp.215 e ss..
top2

Bibliografia

  • MENGONI, Successione legittima, Milano, Tratt.dir.civ. e comm.diretto da Cicu-Messineo, 2000

Prassi collegate

  • Quesito n. 205-2009/I, S.r.l. unipersonale, morte del socio e mancanza di eredi


Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

La successione dello stato: l'oggetto
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "La successione dello stato: l'oggetto"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto