Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1988 numero 4474 (07/07/1988)


In materia di compravendita, la garanzia di buon funzionamento della cosa venduta, che disciplinata dall'art. 1512 cod. civ. può essere convenuta con apposita clausola contrattuale, opera in modo autonomo ed indipendente rispetto alle regole legali della garanzia per i vizi della cosa venduta e della ordinaria responsabilità per mancanza di qualità. La garanzia di funzionamento anzidetta, nella estrinsecazione del potere di autonomia contrattuale, può essere concordata per rafforzare la posizione del compratore assicurata dalla generale disciplina per i vizi della cosa, che è operante anche nel silenzio dei contraenti, ma può anche costituire la sola garanzia voluta dalle parti, con esclusione di quella stabilita dall'art. 1490 cod. civ.. in tale ultimo caso la relativa clausola contrattuale, siccome limitativa della responsabilità del venditore ex lege è soggetta a specifica approvazione per iscritto ai sensi dell'art. 1341 cod. civ.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1988 numero 4474 (07/07/1988)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto