Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Venezia del 1999 (14/07/1999)


In caso di lesioni personali cagionate da incapace che sia stato prosciolto in sede penale per difetto di imputabilità, il giudice civile che condanna al pagamento a favore del danneggiato di un'equa indennità ai sensi dell'art. 2047 c.c. non può comprendere i danni morali.I parenti del soggetto maggiore di età incapace naturale al momento del fatto illecito non sono tenuti alla sua sorveglianza se al momento del fatto questi non fosse stato interdetto o inabilitato e messo o semplicemente accolto sotto l'altrui tutela o vigilanza.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Venezia del 1999 (14/07/1999)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto