Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Messina del 1996 (15/02/1996)


Va dichiarato il fallimento della società di fatto e dei soci illimitatamente responsabili che abbiano operato dietro lo schermo di quattro società di capitali, mediante il dominio delle azioni, eludendo i limiti propri dell' autonomia patrimoniale e personale delle società medesime, con abuso di maggioranze, usurpazione di poteri gestori e di controllo e dando vita ad un unico centro di imputazione giuridica dell' attività imprenditoriale svolta e ad una conseguente confusione dei patrimoni di ciascun ente. In questo caso va disposta, tuttavia, la separazione delle masse fallimentari, nel senso che ciascuna società è chiamata a rispondere delle proprie obbligazioni e ciascun socio di quelle personali e della società di fatto.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Messina del 1996 (15/02/1996)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto