Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Messina del 1983 (27/09/1983)


La produzione di energia elettrica costituisce attività pericolosa ai sensi dell'art. 2050 c.c. e conseguentemente determina per l'esercente l'obbligo di porre in essere tutti gli accorgimenti necessari per tutelare l'incolumità delle persone. Dalla natura pericolosa dell'attività discende che opera a carico dell'esercente la linea elettrica la presunzione di colpa sancita dall'art. 2050 c.c. la quale non viene meno per il fatto che l'esercente medesimo sia un ente pubblico.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Messina del 1983 (27/09/1983)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto