Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Regio Decreto del 1933 numero 1775 art. 188


Gli atti e i provvedimenti relativi ai giudizi di competenza dei
Tribunali delle acque pubbliche e del Tribunale Superiore sono
soggetti alle tasse di bollo e di registro stabilite per gli atti ed
i provvedimenti relativi al giudizio delle Corti d'appello.
Per l'apposizione delle marche da bollo sugli originali delle
difese scritte e delle comparse da scambiarsi tra le parti si
osservano le norme vigenti per i giudizi davanti ai Tribunali ed alle
Corti di appello. Le marche dovranno avere lo stesso valore della
carta bollata su cui sono scritti gli originali.
Le parti sono tenute a fornire al cancelliere i valori bollati
occorrenti per i singoli atti della istruttoria.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Regio Decreto del 1933 numero 1775 art. 188"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto