Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

L'oggetto del contratto estimatorio



Ai sensi dell'art. 1556 cod.civ.  l'oggetto (immediato) del contratto estimatorio è costituito unicamente dall'attribuzione traslativa consistente nel trasferimento della proprietà delle cose che ne costituiscono l'oggetto (mediato) nonchè della correlativa obbligazione consistente nel pagamento del corrispettivo (in relazione alla quale si configura la facoltà alternativa della restituzione delle cose stesse).

Per quanto riguarda l'oggetto mediato la legge parla di cose mobili: nell'ambito delle stesse non si possono escludere anche mobili iscritti in pubblici registri nota1. Deve, al contrario, essere esclusa la possibilità di contemplare beni immobili.

Cosa dire circa le cose generiche? I dubbi relativi alla deducibilità nell'ambito del contratto estimatorio sfumano se si considera che, una volta individuati allo scopo di permettere la consegna di essi all'accipiens, ben sarà possibile che costui ne faccia eventualmente restituzione nell'ipotesi di mancata vendita entro il termine stabilito nota2.

Note

nota1

Così Giannattasio, Del contratto estimatorio. La somministrazione, in Trattato di dir.civ. e comm., dir. da Cicu e Messineo, Milano, 1974, p.151, il quale reputa l'ipotesi ammissibile nonostante le difficoltà che la trascrizione comporta.
top1

nota2

Si ritiene perciò che il contratto estimatorio possa avere ad oggetto cose generiche, purché l'individuazione delle stesse avvenga prima del perfezionamento del contratto, quindi non più tardi dell'atto di consegna (Cottino, Del contratto estimatorio. Della somministrazione, in Comm.cod.civ., a cura di Scialoja e Branca, Bologna-Roma, 1970, p.37; Luminoso, I contratti tipici ed atipici, in Trattato di dir.priv., a cura di Iudica e Zatti, Milano, 1995, p.219).
top2

Bibliografia

  • COTTINO, Del contratto estimatorio e della somministrazione, Bologna-Roma, Comm. cod.civ. diretto da Scialoja-Branca, 1970
  • GIANNATTASIO, La permuta, il contratto estimatorio e la somministrazione, Milano, Tratt.dir.civ.e comm.Cicu Messineo, 1974
  • LUMINOSO, I contratti tipici e atipici, Milano, Tratt.dir.priv.dir.da Iudica e Zatti, 1995

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

L'oggetto del contratto estimatorio
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "L'oggetto del contratto estimatorio"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto