Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

H.G.18 - Imposizione a soci e a eventuali obbligazionisti convertibili dell’obbligo di esercitare il diritto di opzione sugli aumenti di capitale


Massima

1° pubbl. 9/07

Il diritto di opzione spettante ai soci, e agli eventuali obbligazionisti convertibili, sulla sottoscrizione delle nuove azioni derivanti da aumenti di capitale (riconosciuto dall’art. 2441, primo comma cod. civ.) comprende la facoltà di sottoscrivere anche solo parzialmente le azioni ad essi riservate.
Pertanto la delibera che riconosca ai soci, e agli eventuali obbligazionisti convertibili, esclusivamente la facoltà di sottoscrivere integralmente (e non anche parzialmente) le nuove azioni ad essi riservate concretizza un’ipotesi di limitazione del più ampio diritto di sottoscrizione riconosciuto dal codice.
Tale delibera può dunque essere legittimamente adottata solo se ricorrono i presupposti di cui al quinto comma dell’art. 2441 cod. civ. e nel rispetto della procedura di cui al sesto comma del medesimo articolo.

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

H.G.18 - Imposizione a soci e a eventuali obbligazionisti convertibili dell’obbligo di esercitare il diritto di opzione sugli aumenti di capitale
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "H.G.18 - Imposizione a soci e a eventuali obbligazionisti convertibili dell’obbligo di esercitare il diritto di opzione sugli aumenti di capitale"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto