Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Tributaria, n. 17450 del 23/07/2010


TRIBUTI - IMPOSTE INDIRETTE - IMPOSTA DI REGISTRO - ATTI RELATIVI A BENI IMMOBILI
Classificazione del bene di lusso – Accertamento dell’inclusione della soffitta nell'abitazione – Modalità

Al fine di stabilire se la singola unità immobiliare non superi i limiti massimi di superficie per la sua qualificabilità come abitazione non di lusso, secondo la previsione del d.m. 2 agosto 1969, l'indagine diretta ad accertare se una soffitta debba essere o meno inclusa in detta superficie implica la necessità di riscontrare se la soffitta medesima presenti, anche alla stregua dei regolamenti edilizi, le caratteristiche prescritte per l'abitabilità. La potenzialità abitativa delle soffitte, in considerazione della quale le soffitte stesse diventano espressione della supeficie dell'appartamento, va valutata alla luce delle caratteristiche tecniche cui devono corrispondere i vani per essere considerati abitabili secondo la normativa statale e locale vigente.

Documenti collegati


Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Tributaria, n. 17450 del 23/07/2010"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto