Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. III del 2011 numero 23795 (14/11/2011)




Ai fini dell’applicabilità del più lungo termine prescrizionale di cui al terzo comma dell’art. 2947 c.c. è sufficiente l’astratta qualificazione come reato del fatto dannoso, al di là e a prescindere dalle condizioni di procedibilità dell’azione.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. III del 2011 numero 23795 (14/11/2011)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto