Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. II del 1987 numero 3040 (30/03/1987)


Nell'azione di petizione di eredità, legittimati attivamente e passivamente sono soltanto, rispettivamente, colui che adduce la sua qualità di erede e chi sia in possesso dei beni di cui il primo chiede la restituzione, né la relativa pronuncia, utilmente data e perfettamente eseguibile tra i predetti legittimi contraddittori, modifica lo stato dei terzi rimasti estranei al giudizio, nei cui confronti essa resta "res inter alios acta". pertanto, non si verifica alcuna situazione di litisconsorzio necessario nei confronti di chiunque altro, rimasto estraneo al procedimento, si ritenga o sia stato indicato come vero erede.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. II del 1987 numero 3040 (30/03/1987)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto