Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 2006 numero 8876 (14/04/2006)


Risulta giuridicamente vincolante l'impegno assunto da un socio di una società per azioni in ordine alla sottoscrizione di un aumento del capitale sociale, pur quando la predetta operazione non risulti essere stata formalmente ancora deliberata dall'assemblea dei soci. La deliberazione di aumento non costituisce pertanto presupposto per la valida assunzione della predetta obbligazione. E' ammissibile l'effettuazione da parte dei soci di versamenti nelle casse sociali in vista della futura adozione di deliberazione di aumento del capitale sociale. Detti versamenti, che vengono in tal modo ad essere imputati al netto patrimoniale della società, devono essere restituiti al socio che li abbia eseguiti quando l'operazione di incremento del capitale progettata non abbia avuto luogo nel termine stabilito.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 2006 numero 8876 (14/04/2006)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto