Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. I del 1980 numero 1587 (10/03/1980)


L'impugnazione del matrimonio per vizio del consenso, dipendente da violenza relativa, integra un'azione di natura costitutiva, diretta all'annullamento del negozio attributivo dello status matrimoniale, non un'azione dichiarativa della nullità od inesistenza dell'atto medesimo e dell'indicato status. ne consegue che la imprescrittibilita delle azioni di mero accertamento non può trovare applicazione con riguardo all'indicata impugnazione, la quale resta soggetta alla prescrizione ordinaria.La sospensione della prescrizione, a norma dell'art. 2941cod. civ., ricollegandosi ad elementi di fatto che spetta alla parte interessata di far valere mediante eccezione in senso proprio, non è rilevabile ne deducibile per la prima volta in sede di legittimità.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. I del 1980 numero 1587 (10/03/1980)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto