Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Appello di Trento del 1987 (09/06/1987)


Integra il reato di omissione di atti di ufficio la condotta del sindaco che autorizzi opere di trasformazione edilizia all'interno di un parco o riserva nazionale senza richiedere l'autorizzazione all'ente preposto, ai sensi della l. 8 agosto 1985 n. 431 e della l. 29 giugno 1939 n. 1497, alla tutela del vincolo.In tema di reati commessi ai danni dell'ambiente, le parti civili costituitesi (nella specie rappresentate da alcune associazioni di protezione ambientale) possono richiedere che gli autori dell'illecito siano condannati al ripristino dello stato dei luoghi solamente quando, a norma dell'art. 18 della legge n. 349 del 1986, il giudizio sia stato promosso dallo Stato o dagli enti territoriali sui quali incidono i beni oggetto del fatto lesivo con domanda fatta valere o direttamente davanti al giudice ordinario o mediante costituzione di parte civile davanti al giudice penale.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Appello di Trento del 1987 (09/06/1987)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto