Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 131


I congedi che, ai sensi dell'art. 98 della legge, possono essere accordati agl'impiegati di archivio, sono ordinari e straordinari, secondo le norme indicate nell'art. 32 del testo unico delle leggi sullo stato degli impiegati civili, approvato col Regio decreto 22 novembre 1908, numero 693.
Nei modi e nei termini di cui nell'art. 32 , i congedi ordinari agli impiegati subalterni possono essere dati dai conservatori degli archivi; i quali debbono riferirne al Ministro di grazia e giustizia, allorchèé trattisi di licenze per un periodo maggiore di cinque giorni.
La concessione di congedi straordinari, nelle condizioni e nei limiti stabiliti dall'art. 32, è riservata al Ministro di grazia e giustizia, sul parere del capo dell'archivio.
Ai conservatori i congedi, tanto ordinari quanto straordinari, sono dati dal Ministro di grazia e giustizia entro i limiti e sotto le condizioni di legge.
Presso gli archivi si conserva il registro dei congedi, di cui gli impiegati usufruiscono: in esso si annotano anche le assenze per malattia o per altra causa.
I periodi di congedo sono annuali, ne possono cumularsi.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 131"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto