Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Pretura di Roma del 1979 (10/12/1979)


Il reato di lottizzazione abusiva si realizza quando attraverso operazioni di frazionamento e vendita si è attuato un mutamento della destinazione agricola attribuita al terreno dal piano regolatore.L'elemento psicologico della contravvenzione rimane escluso in presenza di errore incolpevole determinato da precedente interpretazione giurisprudenziale. Nella specie, è stato assolto perché il fatto non costituisce reato il notaio che aveva ricevuto atti di vendita di lotti quando l'interpretazione che la giurisprudenza dava alla norma sulla lottizzazione abusiva escludeva la possibilità del concorso nella contravvenzione del notaio.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Pretura di Roma del 1979 (10/12/1979)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto