Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Decreto Legge del 2013 numero 93 art. 7


DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ARRESTO IN FLAGRANZA IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI SPORTIVE E PER IL CONTRASTO ALLE RAPINE, NONCHÉ IN MATERIA DI CONCORSO DELLE FORZE ARMATE NEL CONTROLLO DEL TERRITORIO

1. All'articolo 8, comma 1-quinquies, della legge 13 dicembre 1989, n. 401, le parole: "30 giugno 2013" sono sostituite dalle seguenti: "30 giugno 2016.".
2. All'articolo 628, terzo comma, del codice penale, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al numero 3-bis), dopo le parole "articolo 624-bis" sono aggiunte le seguenti: "o in luoghi tali da ostacolare la pubblica o privata difesa";
b) dopo il numero 3-quater), è aggiunto il seguente:
"3-quinquies) se il fatto è commesso nei confronti di persona ultrasessantacinquenne”.
(Lettera così modificata dalla legge di conversione 15 ottobre 2013, n. 119)
3. All'articolo 24, comma 74, primo periodo, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, la parola: "interamente" è soppressa e dopo le parole: "destinate a servizi di perlustrazione e pattuglia" sono inserite le seguenti: "nonché di vigilanza di siti e obiettivi sensibili".
(Comma così sostituito dalla legge di conversione 15 ottobre 2013, n. 119)
3-bis. All'articolo 260 del codice penale è aggiunto, in fine, il seguente comma: "Le disposizioni del presente articolo si applicano, altresì, agli immobili adibiti a sedi di ufficio o di reparto o a deposito di materiali dell'Amministrazione della pubblica sicurezza, l'accesso ai quali sia vietato per ragioni di sicurezza pubblica.".
(Comma inserito dalla legge di conversione 15 ottobre 2013, n. 119)
4. All'articolo 682 del codice penale è aggiunto, in fine, il seguente comma:
"Le disposizioni del primo comma si applicano, altresì, agli immobili adibiti a sedi di ufficio, di reparto o a deposito di materiali dell'Amministrazione della pubblica sicurezza, il cui accesso è vietato per ragioni di sicurezza pubblica.".
(Comma così modificato dalla legge di conversione 15 ottobre 2013, n. 119)

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Decreto Legge del 2013 numero 93 art. 7"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto