Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile del 1992 numero 2494 (28/02/1992)


Gli effetti di un contratto posto in essere da persona che non abbia la qualità di amministratore di una società di capitali, né dichiari espressamente di contrarre in tale qualità, possono tuttavia essere imputati alla società nel caso in cui la detta persona abbia tacitamente, ma inequivocamente agito come rappresentante della società stessa, sempre che vi sia stato il conferimento ad essa di una procura o un comportamento colposo della società che abbia ingenerato l'incolpevole convincimento dell'altra parte di negoziare con persona cui sia stato conferito il potere di rappresentare la società.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile del 1992 numero 2494 (28/02/1992)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto